Monitor da gaming

All’interno di questo sito puoi trovare ogni genere di informazione relativa ai monitor da gaming.

Navigando in ogni sezione puoi scoprire maggiori approfondimenti grazie a tutorial e guide dettagliate, guide all’acquisto, prove e confronti ed anche un elenco dei migliori pannelli attualmente disponibili su vari store online.

monitor per giocare asus rog color rosso
Asus ROG SWIFT PG279Q 27″

Ma facciamo un piccolo passo indietro: sai come mai è fondamentale acquistare e/o possedere un monitor da gaming per giocare e divertirsi da soli o con i propri amici? Continuando a leggere questa pagina potrai scoprire -quasi- tutte le informazioni che ti occorrono prima ancora di acquistare un pannello adatto alle tue singole esigenze. Un ottimo monitor da gaming può davvero fare la differenza tra una partita vinta ed una partita persa. Se anche tu, proprio come noi, sei un gamer incallito, allora ti conviene investire parte del tuo budget per un ottimo schermo. Generalmente, sia il più veterano videogiocatore che quello più novizio sanno bene che un eccellente hardware può fare la differenza tra una vittoria ed una bruttissima sconfitta. Se vuoi ottenere il massimo da un gioco sparatutto in prima persona (FPS) oppure altre tipologie di giochi come le corse, lo sport e via dicendo, non solo hai bisogno di un ottimo computer o di una consolle di ultima generazione, ma anche di un monitor da gioco adatto alle tue esigenze ed agli standard più moderni.

Che cosa è un monitor da gaming

Un monitor da gaming non è altro che uno schermo per il pc o per la consolle, accuratamente studiato, progettato e realizzato secondo le esigenze delle persone che giocano sia a livello professionistico, che ad un livello amatoriale. Proprio per questo differisce da uno schermo da ufficio per la grandezza (che in questo campo viene espressa in pollici), dalle tecnologie del pannello e anche dai colori: visto che ogni giocatore adora ed ama avere delle luci RGB in giro per la stanza 😉 Ovviamente ci sono anche delle particolarità di tipo tecnico, come ad esempio il tempo di risposta e la frequenza di aggiornamento, ma di questo ne parleremo in una sezione sottostante.

Dimensioni del pannello e risoluzione

due monitor con diverso polliciaggio messi a confronto Quando si parla di questa tipologia di monitor, in genere più le dimensioni sono grandi, maggiore sarà il coinvolgimento del player all’interno del gioco. Per la camera, un monitor 27″ FHD (proprio come questo) sarebbe davvero l’ideale: permette infatti di sfruttare pienamente le moderne consolle e di utilizzare il proprio pc nel migliore dei modi. Per chi non lo sapesse, la sigla FHD indica il Full HD, ovvero la risoluzione massima di 1.920 x 1.080. In commercio esistono anche i WQHD che sono in grado di arrivare anche fino a 2.560 x 1.440 pixel. Se stavi cercando un modello del genere, allora ti consigliamo di scoprire maggiori informazioni sull’Asus PB277Q. Se questi pixel ti spaventano, allora devi sapere solamente che maggiori sono i “numeri” e maggiore sarà la risoluzione dello schermo; che tuttavia avrà bisogno di una maggiore ‘spinta’ a livello hardware per girare come si deve. La dimensione del pannello e la risoluzione incidono davvero molto quando si vuole acquistare un monitor da gaming: infatti si deve sempre calcolare lo spazio a propria disposizione e l’hardware che attualmente si possiede.

Tecnologia del pannello

Esistono numerose tecnologie del pannello ed ognuna ha i propri punti di forza e le proprie debolezze. monitor da gaming con pannello tn I Pannelli Twisted Nematic (TN), ad esempio, sono quelli più convenienti e -di conseguenza- anche quelli più popolari tra i videogiocatori, in quanto offrono dei tempi di risposta molto bassi. La tecnologia Vertical Alignment (VA) è invece nota per l’elevato rapporto di contrasto nativo, ma anche per il terribile effetto ghosting, un fastidioso problema comune a moltissimi videogiocatori. Infine ci sono i pannelli IPS (In-Plane Switching) che forniscono una buona qualità dei colori ed un ottimo angolo di visione, però il tempo di risposta non è dei più alti ed alcuni modelli sono soggetti al motion artifacts (che poi scopriremo insieme in un articolo dedicato).

Tempo di risposta e frequenza di aggiornamento

I monitor da gaming dovrebbero avere un bassissimo tempo di risposta (che viene espresso in ms = millisecondi) ed un un’alta frequenza di aggiornamento. Il tempo di risposta – che viene identificato anche come input lag – è esattamente il tempo, espresso in millisecondi, con il quale i pixel riescono a passare da un’ombra di grigio all’altra. Avere un tempo di risposta basso significa non visualizzare macchie e strisce sul proprio schermo che possono rovinare un’esperienza di gioco fluida e nitida. Generalmente i monitor per giocare dovrebbero avere un tempo di risposta compreso tra 1ms e 20ms. La frequenza di aggiornamento, invece, si riferisce al tempo – espresso in secondi – necessario per ridisegnare l’interno schermo. In questo caso l’unità di misura è l’Heartz. La maggior parte dei monitor LCD ha una frequenza di aggiornamento di 60Hz, il che significa che lo schermo viene aggiornato 60 volte al secondo. In genere un ottimo schermo per giocare dovrebbe essere di 120Hz (o superiore), che non solo è esente da ogni genere di sfocatura, bensì è un requisito fondamentale per la tecnologia 3D. Inoltre come non parlare di G-Sync e FreeSync, due tecnologie che sono state sviluppate per ridurre al minimo i problemi presenti su ogni monitor. Generalmente queste due tecnologie, sviluppate rispettivamente da Nvidia e AMD, svolgono il loro dovere grazie alle GPU (le schede grafiche). Se impostate correttamente l’esperienza di gioco sarà molto fluida e piacevole. I monitor con G-Sync e freeSync richiedono una scheda grafica compatibile con un’uscita DisplayPort 1.2.

Ingressi video e funzionalità minori

Un ottimo monitor per giocare dovrebbe essere dotato di diversi ingressi video, in maniera tale da riuscire a collegare sia il proprio pc che, eventualmente, una consolle. parte posteriore di un monitor da gaming Le porte USB sono una piacevole funzionalità extra visto e considerato che facilitano la connessione di dispositivi quali un controller oppure un sistema di archiviazione esterno. La ciliegina sulla torta sarebbe un altoparlante subwoofer integrato al monitor da gaming, anche se molti videogiocatori preferiscono un ottimo paio di cuffie. Infine, quando stai valutando l’acquisto di un monitor, dovresti considerare anche le varie regolazioni in altezza e le inclinazioni del caso: non dimenticare di assumere una corretta postazione durante le tue maratone da gaming!

Il prezzo

Passiamo ora ad un punto veramente importante: il prezzo. Ci sono davvero tanti fattori che influiscono sul prezzo finale di un prodotto: la marca, le dimensioni del pannello, le tecnologia ed i vari accessori. Indicativamente, un prodotto entry-level, quindi uno schermo Full HD 24″ per giocare in tutta tranquillità costa intorno ai 100€. Un performante schermo che -tanto per intenderci- viene utilizzato nei tornei, costa all’incirca 550€. Intorno i 400€ e 500€ si possono trovare i nuovi modelli in 4K che hanno 28″ di dimensioni, ma sono veramente uno spettacolo per gli occhi. Se sei arrivato fino a questo punto della lettura, allora vorrai sicuramente scoprire maggiori informazioni sui tanti modelli che abbiamo recensito appositamente per te: vai alla sezione recensioni per rimanere costantemente aggiornato!